Vincolo Idrogeologico

AUTORIZZAZIONI VINCOLO IDROGEOLOGICO
Cos’è:
Con la pubblicazione sul BURAT Speciale n. 10 del 3.02.2017 della L.R. n.5/2017 di modifica della L.R. del 04.01.2014 n.3 “Legge organica in materia di tutela e valorizzazione delle foreste, dei pascoli e del patrimonio arboreo della regione Abruzzo”, la competenza al rilascio dell’autorizzazione idrogeologica ai sensi dell’art. 30 della suddetta L.R. n.3/2014 per interventi su aree sottoposte a tutela ai sensi del R.D.L. n. 3267/1923, è stata subdelegata ai comuni (ad eccezione delle zone agricole). La superficie del territorio comunale è di circa 33,90 Km² e quella sottoposta a vincolo idrogeologico è pari a circa 7,08 Km²; di essa circa 3,52 Km2 è divenuta di competenza comunale (c.d. zone urbane), la restante porzione, di circa 3,56 Km2 e poste in zone agricole (sottozone E e H di PRG) resta di competenza regionale. La Regione ha mantenuto le competenze, su tutte le aree vincolate, per il rilascio dell’Autorizzazione c.d. a sanatoria, ovvero per opere e lavori già realizzati (art. 30-bis della L.R. n. 3/2014).


Compiti dell’Ufficio:
L’istruttoria propedeutica al rilascio dell’autorizzazione c.d. Vincolo idrogeologico deve verificare che gli interventi proposti, pubblici o privati, non possano comportare pericolo di danno pubblico per perdita di stabilità, erosione, denudazione, grave turbamento del regime delle acque o siano in contrasto con i criteri e gli indirizzi della gestione forestale sostenibile e deve verificare che le soluzioni tecniche proposte siano considerate idonee ad evitare con sufficiente certezza tale pericolo (art. 30, comma 6 della L.R. 3/2014). Per tale motivo la modulistica da allegare all’istanza fornisce indicazioni sui contenuti minimi che la relazione geotecnica (di competenza dello strutturista) e la relazione geologica (di competenza del geologo) devono necessariamente sviluppare, oltre alle dichiarazioni che istante e strutturista devono sottoscrivere.


La mappa del vincolo idrogeologico – La mappa, predisposta dal Servizio Geologia, Siti Contaminati, VAS e BBAA in collaborazione con il Servizio CED, non sostituisce in alcun modo la Tavola allegata al PRG vigente B4a – Vincoli esistenti sul territorio comunale (1:10.000). Vengono distinte le aree di competenza Comunale da quelle rimaste in capo alla Regione

Modulistica Vincolo Idrogeologico